11 bambini positivi in comunità. Luisa Pavia ne parla a SKY TG 24

Segnaliamo il Servizio di Paolo Fratter uscito il 16 dicembre su Sky TG24 e cogliamo l’occasione per ringraziare lui e tutta la produzione per averci offerto questa opportunità di raccontare cosa stia succedendo nelle nostre Comunità.

Milano, focolaio nel centro per bambini maltrattati: per loro Natale in isolamento

In una delle strutture dell’associazione Caf, 11 minori sono risultati positivi al coronavirus. L’amministratore delegato Luisa Pavia a Sky TG24: “Fortunatamente non hanno bisogno di cure perché stanno bene. Sono convinta che riusciranno ad affrontare il Natale in modo sereno

Non sarà un Natale semplice per i piccoli ospiti dell’associazione CAF, uno dei più importanti punti di riferimento, a Milano, per la tutela di bambini e ragazzi allontanati dalle loro famiglie perché vittime di maltrattamenti e abusi. In una delle loro strutture si è sviluppato un focolaio di coronavirus: 11 bambini, tutti di età compresa fra i 2 e i 12 anni, sono risultati positivi. Si troveranno così costretti a trascorrere il Natale in isolamento.

Abbiamo trasformato il nostro centro in una sorta di piccolo ospedale – dice a Sky TG24 l’amministratore delegato dell’Associazione CAF Luisa Pavia – dove i bambini fortunatamente non hanno bisogno di cure perché stanno bene. Però i loro educatori sono tutti bardati come gli infermieri che lavorano negli ospedali e certamente la situazione è complicata“. Parliamo di bambini che già hanno alle spalle storie molto difficili, di grave disagio familiare, di maltrattamenti e – in alcuni casi – anche di abuso o di violenza, per cui giorni di festa come questi rappresentano un periodo un po’ particolare. “Il Natale è sempre un momento difficile per i nostri bambini – ci dice ancora Luisa Pavia – perché sono bambini e ragazzi che sono lontani dalle famiglie. Quest’anno sarà ancora più difficile. Però abbiamo un’area intorno di tale e tanta solidarietà e forza per andare avanti che io sono convinta che i bambini riusciranno ad affrontare il Natale in modo sereno“.

Vuoi aiutarci in questo momento di particolare difficoltà?

Condividi con gli amici

Più siamo, più sostegno riusciremo a dare ai nostri bambini e ai nostri ragazzi.

leggi anche…